Nella formazione professionale di base, i dati riguardanti le e i giovani sono generati in luoghi differenti. Al momento dello scambio di questi dati si manifestano numerose sfide. Per poter migliorare e semplificare l’accesso e lo scambio di dati, e promuoverne l’innovazione, nel mese di giugno 2021 abbiamo ricevuto il mandato, dalla Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) e dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI), di realizzare una federazione di dati per la formazione professionale. L'obiettivo di una federazione di dati è quello di scambiare in modo efficace i dati della formazione professionale di base in tutta la Svizzera, come pure di migliorare e di semplificare l'accesso ai dati e il loro scambio. I dati devono, perciò, essere accessibili in uno spazio di fiducia ed essere utilizzabili nel sistema.

Una varietà di dati diversi in luoghi diversi

Nella formazione professionale di base, le e i giovani sono spesso attivi in luoghi molto diversi. Capita che frequentino una scuola professionale al di fuori del loro Cantone. Succede anche che l’azienda formatrice operi a livello intercantonale o nazionale. Ancora, nella formazione professionale i corsi interaziendali sono organizzati spesso su base intercantonale. I dati del percorso della formazione delle e dei giovani sono, quindi, creati con applicazioni specifiche diverse, da differenti attori, raccolti in modi diversi. La prima sfida è perciò quella di assicurarsi che i dati, nei diversi luoghi, siano della stessa qualità. La seconda sfida è ancora più rilevante. Se ad esempio un’associazione professionale è attiva a livello nazionale, e intende lanciare un servizio innovativo, che potrebbe essere utilizzato per rendere il funzionamento dei corsi più flessibile, l’accesso ai dati decentralizzati, quali l’indirizzo, il luogo d’apprendistato oppure l’azienda formatrice, troverà numerosi ostacoli tecnici e organizzativi. Per rispondere a queste sfide, siamo stati incaricati di progettare una federazione di dati.

Progettazione di una federazione di dati nella formazione professionale

Noi consideriamo i dati come una risorsa strategica per la formazione professionale, con un enorme potenziale di innovazione. Per federazione di dati, s'intende un sistema di applicazioni e di database associati, liberamente accoppiati, supportati da un'infrastruttura decentralizzata.

Il nostro concetto prevede che, una federazione di dati con la sua struttura decentralizzata, offra per lo scambio di dati, canali di comunicazione più diretti; il che aumenta la capacità di resilienza e riduce i rischi per il sistema della formazione professionale (ad esempio il guasto di un servizio centrale). Inoltre i dati possono essere scambiati con parsimonia e nel rispetto delle regole sulla protezione dei dati. I processi possono essere automatizzati e collegati alle applicazioni esistenti.

La federazione di dati prevede tre elementi centrali:

  1. Le informazioni vengono acquisite sotto forma di giustificativi digitali. Tali giustificativi contengono le dichiarazioni di un'istituzione o di un'autorità (una scuola o un ufficio cantonale) che riguardano un soggetto (ad esempio una o un apprendista).
  2. Questi giustificativi digitali sono trasmessi tramite delle connessioni dirette e criptate.
  3. La validità dei giustificativi digitali può essere verificata attraverso un registro di dati decentralizzato.

Per illustrare questo futuro scambio di dati, stiamo lavorando con casi applicativi come quello dell'apprendista Luca.

Exemples de cas d’application de justificatifs numériques

Luca riceve la sua carta studente nel suo portafoglio elettronico personale sotto forma di giustificativo digitale. Questo giustificativo è certificato e progettato in modo tale da poter essere trasmesso o presentato.

Calendario

Abbiamo sviluppo il concetto in tre parti. Nella prima parte abbiamo presentato la situazione di partenza attraverso un'analisi del contesto della formazione professionale di base come pure un'architettura tecnica possibile di tale federazione di dati. Nella seconda parte, ci siamo concentrati sulla nuova legge sulla protezione dei dati, che è entrata in vigore il 1° settembre 2023, e sul modello di governance della federazione di dati. La terza, e ultima parte, descrive il piano dell'implementazione e dei costi. Il dossier è stato sottoposto alla Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) e alla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI). Formalmente, la fase di progettazione è stata completata nel giugno 2023.

Contenuti correlati

In molti settori, un miglior utilizzo dei dati può aiutare a soddisfare le esigenze in modo più mirato, può promuovere l'innovazione e agevolare l'uso delle risorse in maniera più efficace e sostenibile. Inoltre, i dati sono una risorsa centrale anche nell'ambito dell'educazione.

Nello spazio formativo svizzero ci sono molte incertezze riguardo l'utilizzo e la protezione dei dati. Il nostro sportello supporta le e i responsabili dell'amministrazione dell'educazione e le direzioni scolastiche e ne garantisce la chiarezza.

Nello spazio formativo svizzero, vi sono grandi incertezze riguardo l'utilizzo e la protezione dei dati. Il nostro sportello vi aiuta a risolvere questi problemi e vi permette di fare maggiore chiarezza al riguardo.